Nautica

Radio nautiche
Il VHF nautico

Il ricetrasmettitore VHF nautico rappresenta un dispositivo fon­damentale nella dotazione di bordo della propria imbarcazione. In rispetto della normativa vigente, è obbligatorio a bordo delle unità da diporto abilitate alla navigazione oltre le 6 miglia.

Questi apparati sono esonerati dal collaudo e dalle ispezioni or­dinarie, ma è tuttavia necessario che le ricetrasmittenti VHF siano di tipo notificato e munito di Dichiarazione di Conformità (DoC Declaration of Conformity).

Per poter installare il VHF a bordo è necessaria la licenza di Esercizio RTF e, per il suo utilizzo, occorre avere il Certificato RTF, comunemente chiamato “patentino”.

Frequenze, portata e potenza del VHF

Gli apparati VHF destinati al traffico marittimo operano su una banda nella gamma di frequenze comprese tra 156 e 163 MHz con una spaziatura di 25 kHz. La portata di due apparati VHF è ottica, il che significa che la comunicazione è tendenzialmente possibile quando le due an­tenne “sono in vista”. Ostacoli, ma anche la curvatura terrestre, possono interferire con la propagazione di queste onde radio, per questo è con­sigliato installare l’antenna nella parte più alta della propria imbarcazione.

Le radio portatili hanno una potenza massima di trasmissione di 6 W, mentre le fisse 25 W.

Il numero di canali e di frequenze varia da stato in stato. Nei paesi CEE sono stati standardizzati, verifica sul nostro sito il riepilogo dei canali internazionali e la loro destinazione d’uso.

Number 1

SHOWCASE

Categorie
null

PORTATILI

Ricetrasmettitori VHF portatili

null

FISSI

Ricetrasmettitori VHF fissi

null

VHF-HF GMDSS

Ricetrasmettitori VHF-HF GMDSS

null

Radar

Per navigare in sicurezza

null

AIS

Automatic Identification Systems